Le obbligazioni e le azioni sono due cose differenti? Si. Decisamente sì. Gli elementi che differenziano le azioni dalle obbligazioni sono diversi ed è di fondamentale importanza comprenderne le caratteristiche, soprattutto se si hanno soldi investiti o se si sta considerando di cominciare.

Vediamo da vicino cosa sono le azioni, le obbligazioni e in cosa si differenziano.

Azioni: cosa sono?

Le azioni sono le singole parti unitarie in cui è diviso il capitale delle società per azioni. Il titolare di un'azione, quindi, possiede un "pezzetto" della società, con tutti i diritti e gli oneri.[1]

Come funzionano?

Le società emettono azioni per raccogliere ulteriore denaro da investire e l’azionista, quindi l’investitore, che ha acquistato alcune di queste azioni, beneficia del cosiddetto dividendo; significa quindi che potrebbe ricevere una parte dei profitti aziendali, qualora ce ne fossero. Oltre a questo, l’azionista può ottenere un ricavo anche dalla vendita delle proprie azioni ad altri investitori.

Le tipologie di azioni sono diverse e si distinguono per una pluralità di fattori.

  • Azioni ordinarie: non attribuiscono alcun privilegio specifico, relativamente alla distribuzione dei dividendi a chi le acquista
  • Le azioni privilegiate: al contrario delle azioni ordinarie godono di privilegi nella distribuzione degli utili o nel rimborso del capitale in caso si verifichi lo scioglimento della società. Le azioni privilegiate possono inoltre essere emesse anche da società non quotate.
  • Le azioni di risparmio: possono essere emesse solo da società quotate in mercati regolamentati italiani o dell’EU.

Perché una società emette azioni?

Tramite la vendita di azioni la società recupera liquidità finanziaria che può utilizzare per compiere successivi investimenti.

Perché acquistare azioni di una società?

L’investitore, acquistando azioni societarie, ha diritto a ottenere i dividendi, ovvero una parte dei profitti dell’azienda e, oltre a questi, può ottenere un guadagno dalla vendita, delle stesse azioni, a terzi.

Migliora i tuoi investimenti  
Ottieni il tuo portafoglio personalizzato in 2 minuti

Fai una simulazione

Obbligazioni: cosa sono?

Le obbligazioni sono un titolo di credito che rappresenta una parte di debito acceso da una società o da un ente pubblico per finanziarsi. Garantisce all'acquirente il rimborso del capitale più un tasso di interesse[2]. Sostanzialmente, quindi, comprando l’obbligazione (detta anche Bond), si acquista una parte del debito della società, o ente, che l’ha emesso. Le obbligazioni più popolari, di cui sicuramente abbiamo già sentito parlare, sono i Titoli di Stato (i famosi BOT o BTP), che vengono emessi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, per conto dello Stato, al fine di coprire il debito pubblico.

Come funzionano?

L’obbligazione ha una durata determinata e, alla sua scadenza, l’obbligazionista (colui che ha acquistato l’obbligazione) verrà rimborsato del valore nominale del titolo. Gli interessi, invece, vengono liquidati periodicamente in base alla cedola, che può stabilire che questo avvenga ogni 3 o 6 mesi, oppure annualmente.  

Quali sono le caratteristiche delle obbligazioni?

  • emittente: ogni obbligazione deve riportare la società o l’ente pubblico che l’ha emessa;
  • scadenza: la data entro cui l’investitore riceverà il rimborso di quanto speso per acquistarla;
  • valore nominale: il capitale investito nell’acquisto dell’obbligazione che verrà restituito alla data di scadenza dell’obbligazione.
  • cedola o coupon: l’interesse periodico che l’emittente riconosce periodicamente agli obbligazionisti.

Importante da valutare, quando si considera l’acquisto di obbligazioni, è la solvibilità dell’emittente. La solvibilità dell’emittente identifica la qualità dell’emittente e il grado di affidabilità.

Tipologie di obbligazioni

Le obbligazioni possono essere di diverso tipo:

  • A cedola fissa: l’interesse è fisso e ha scadenze prefissate.
  • Indicizzate: la cedola è variabile sulla base dell’andamento di un indicatore.
  • Senza cedola o zero coupon: tutto viene rimborsato alla scadenza e non ci sono cedole periodiche.
  • Convertibili: obbligazioni che, in determinate condizioni, possono essere convertite in azioni.
  • Bond cum warrant: obbligazioni che prevedono il diritto a sottoscrivere azioni oppure obbligazioni a un prezzo determinato.

 

[1] Fonte: CONSOB, http://www.consob.it/web/investor-education/le-azioni

[2] Fonte: Borsa Italiana, http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/obbligazioni.htm

Valuta ora la nostra proposta di investimento

Ottieni il tuo portafoglio personalizzato in 2 minuti.

Fai una simulazione