Sempre più spesso sentiamo parlare di intelligenza artificiale e di come stia coinvolgendo ognuno di noi in un profondo cambiamento. Si tratta davvero di un’evoluzione? Che cosa significherà per tutti noi lo sviluppo ulteriore dell’A.I.? Uno dei settori che più ne sta beneficiando oggi è quello del FinTech nelle sue più diverse declinazioni, tra cui il risparmio gestito.

Luca Valaguzza, Founder & CPO di Euclidea approfondisce il tema dell'intelligenza artificiale nell'industria del risparmio gestito in un'intervista per il Fintech District di Milano.

AI in finanza: nella pratica di cosa stiamo parlando? A che tipo di applicazioni porta, nel breve e lungo termine?

L'AI in finanza consiste nell'applicazione di tecniche mutuate prevalentemente dalla computer science a vari ambiti, dalla sentiment analysis alla predizione di serie storiche, per migliorare le scelte di investimento, renderle meno dipendenti da view umane così come migliorare la conoscenza del cliente finale. A lungo termine l' utilizzo di AI in finanza può solo aumentare.

Qual è l'atteggiamento con cui tali innovazioni vengono recepite dagli investitori professionali? E da quelli non professionali?

In generale, gli investitori non professionali sono affascinati da tali innovazioni. Gli investitori professionali, di sponda, ci investono molto. In quanto investitori professionali c'è però la responsabilità di distinguere l'hype che gira intorno all'AI dagli eventuali benefici che questa apporta nel concreto.

Continua a leggere l'intervista completa

Valuta ora la nostra proposta di investimento

Ottieni il tuo portafoglio personalizzato in 2 minuti.

Fai una simulazione